Tag: moglie

Un caso di solidarieta’

Lei torna a casa (senza avvisare prima…) e, sorpresa, trova lui a letto con una giovane fanciulla.
Scena madre, lei gli intima di andarsene e minaccia il divorzio.
Lui con estrema calma:
– Va bene, pero prima ascoltami e poi decidi!
Lei acconsente malvolentieri.
– Stavo andando in macchina quando vedo questa ragazza che fa l’autostop, sporca, lacera e patita. Mosso a compassione, l’ho caricata e mi sono fatto raccontare la sua triste storia. Non mangiava da giorni. Allora l’ho portata a casa e le ho preparato un piatto di pasta. Vedessi come l’ha divorato! Poi le ho chiesto se voleva fare un bagno, sai puzzava un po’! Intanto che si lavava ho dato un’occhiata ai suoi vestiti. Avessi visto in che condizione erano! Sporchi, puzzolenti e stracciati! Ho tirato fuori quel paio di jeans che non metti più da anni perché ti stanno stretti, quel maglione che ti ha regalato tua sorella a Natale che non ti piaceva, quel paio di scarpe che avevi comprato in saldo e che non hai mai messo e l’ho rivestita. Poi l’ho accompagnata alla porta, e quando stava uscendo si è voltata e mi ha chiesto: “Non avresti qualcos’altro che tua moglie non usa più?”

La festa in maschera


Una coppia viene invitata a una festa mascherata.
Lei però, con una terribile emicrania, chiede al marito di andare alla festa da solo.
Così lui prende il suo costume e va.
La moglie però dopo aver dormito un’oretta, sentendosi meglio decide di raggiungerlo.
Sicura del fatto che il marito non conosca il suo costume decide di divertirsi osservando come si comporta quando e’ solo.
Giunta alla festa, scorge suo marito in pista a ballare e civettare con tutte quelle che incontra.
Lei decide allora di vedere fino a che punto può arrivare ed inizia a stuzzicarlo con insistenza.
Alla fine lui non resiste, la trascina in uno stanzino buio e li’ fanno l’amore in tutti i modi.
Senza dire nulla né levarsi la maschera i due si allontanano; lei perfidamente corre a casa, nasconde il vestito e si fa ritrovare nel letto, per vedere come si comporta lui al ritorno.
Quando lui rientra, lei fingendosi appena risvegliata gli chiede come è andata.
Lui le fa, “Come al solito, lo sai che senza di te non mi diverto mai”.
Allora lei insiste, “Hai ballato molto?” E lui ribatte, “Te lo giuro, non ho ballato nemmeno una volta. Appena sono arrivato ho incontrato Pietro, Antonio, Giovanni ed altri amici, siamo subito saliti in mansarda ed abbiamo giocato a poker tutta la sera, non ho nemmeno sentito la musica, anche se credo sia stata una bella festa perché il tizio a cui ho prestato il costume mi ha assicurato di essersi divertito da matti.”

A mia moglie (+ risposta)

Alla mia carissima moglie:
durante lo scorso anno ho tentato di fare l’amore con te 365 volte.
Ci sono riuscito 36 volte, che significa una media di una volta ogni dieci giorni.
La seguente è una lista del perché non ci sono riuscito più spesso:

54 volte le lenzuola erano pulite

17 volte era troppo tardi

49 volte eri troppo stanca

20 volte faceva troppo caldo

15 volte hai fatto finta di essere addormentata

22 volte avevi mal di testa

17 volte avevi paura di svegliare i bambini

12 volte era il periodo sbagliato del mese

19 volte dovevi alzarti presto

9 volte non eri nell’umore giusto

7 volte avevi preso una scottatura solare

6 volte stavi guardando il Costanzo Show

5 volte non volevi rovinare la pettinatura appena fatta

3 volte avevi paura che ci sentissero i vicini

9 volte avevi paura che ci sentisse tua madre

Delle 36 volte che sono riuscito, l’attività non è stata soddisfacente perché:

6 volte eri sdraiata e non hai partecipato

8 volte mi hai ricordato che avevo una grata in un occhio

4 volte mi hai detto di fare alla svelta

7 volte ho dovuto svegliarti per dirti che avevo finito

1 volta ho avuto paura di averti fatto male perché mi e parso che tu ti spostassi.

Al mio caro marito:
credo che tu sia un po’ confuso.
Queste sono le ragioni per le quali non hai ottenuto niente di più:

5 volte sei tornato a casa ubriaco e hai cercato di scoparti il gatto

36 volte non sei proprio tornato

21 volte non sei venuto

31 volte sei venuto troppo presto

19 volte ti si è ammosciato prima che tu potessi infilarlo

10 volte avevi i crampi alle dita dei piedi

38 volte ci hai provato troppo tardi

29 volte dovevi alzarti presto per andare a giocare a golf

2 volte eri stato coinvolto in una rissa e qualcuno ti aveva colpito nelle palle

6 volte sei venuto nel pigiama mentre ti leggevi un porno

98 volte eri troppo occupato a guardare il calcio in TV

Per le volte che ci siamo riusciti:

La ragione per cui io stavo semplicemente sdraiata era che avevi mancato la mira e ti stavi scopando le lenzuola.

Non ho mai parlato di grata nell’occhio, ma ti avevo chiesto se mi preferivi girata o in ginocchio.

La volta che ti pareva che mi stessi spostando era perché avevi scoreggiato e stavo semplicemente cercando di respirare