Mese: Gennaio 2010

Appuntamenti da dimenticare

Un appuntamento è da dimenticare quando…

* Non solo sembra un pò giovane, ma avevi la certezza di avere dato appuntamento alla madre.

* Scopri che il suo vero nome è Andrea e che da piccolo giocavate a calcio insieme.

* Ha baffi più spessi dei tuoi.

* Quando vai a prenderla a casa c’è un avvocato che ti fa firmare un contratto con obblighi e doveri.

* Le chiedi per scherzo se ha voglia di adare a fare un giro a parigi, sulla tour eiffel e lei ti risponde che lasciare lo stato sarebbe una violazione della condizionale.

* Il suo reggiseno e mutandine sono collegate ad un allarme.

* Sei il primo ragazzo con cui lei esce che non è un suo cugino.

* A fine nottata lei ti regala un buono per una dialisi gratuita.

* Durante la serata fa morire dal ridere un tizio prendendo per il culo il tuo taglio di capelli.

* Il mattino dopo ti svegli con un mal di testa spaventoso. Accanto a te c’è Platinette.

* A fine serata, quando la lasci a casa, il suo pappone è li ad aspettarti con il conto.

* Quando ti svegli le tue ascelle sono coperte di chiazze verdi e viola ed hai un fortissimo prurito sotto il braccio sinistro.

* Ti fissa durante tutta la cena ed infine ti chiede se vuoi incontrare Satana.

* Si lamenta costantemente che il suo gatto non smette mai di deriderla per tutto quello che fa.

* Ti informa che non può uscire con te perché non piaci al suo spirito guida.

* Ti informa che non può uscire con te perché non piaci al suo ragazzo.

Le verità dei più piccoli


1) Una bimba stava discutendo con la maestra delle balene. L’insegnante diceva che è fisicamente impossibile per una balena inghiottire un uomo, perché nonostante questa sia un mammifero enorme la sua gola è molto stretta. La piccola replicò che però Giona era stato inghiottito da una balena. Irritata l’insegnante ripeté che una balena NON può in alcun modo inghiottire un uomo perché fisicamente impossibile.
Allora la bimba rispose: “Quando andrò in paradiso lo chiederò a Giona”
L’insegnante chiese: “Cosa farai se Giona è andato all’inferno?”
La piccola replicò: “Allora glielo chiederà lei”

2) Una maestra d’asilo sta osservando la classe mentre disegna. Si avvicina un po’ a tutti i bambini per vedere i loro disegni e si ferma accanto ad una bambina, chiedendo che cosa stesse disegnando.
La bimba risponde: “Sto disegnando Dio”
L’insegnante dice: “Ma nessuno sa com’è fatto Dio”
E la bimba risponde: “Tra un minuto lo sapranno”

3) Un’insegnante di catechismo sta spiegando i 10 comandamenti a bambini di 5 e 6 anni. Mentre sta spiegando il comandamento “onora tuo padre e tua madre”, chiede:
“Ce n’è uno che ci insegna come si trattano i nostri fratelli e sorelle?”
Senza batter ciglio un bimbo risponde prontamente: “Non uccidere”

4) I bambini sono stati fotografati in classe e l’insegnante tenta di persuaderli ad acquistare una foto di gruppo.
“Pensate che bello quando guarderete la foto e direte: ‘Toh c’è Jennifer, ora è un avvocato, oppure ‘guarda Michael, ora è un medico”
Una vocina dal fondo dell’aula aggiunge:
“E guarda la maestra, adesso è morta”

5) I bimbi di una classe delle elementari di una scuola cattolica vengono fatti allineare per il pranzo: c’è un vassoio di mele esposte con un bigliettino che dice:
“Prendetene solo UNA. Dio vi guarda”
Lungo la fila ad un altro tavolo c’è una pila di dolcetti al cioccolato. Un bimbo mette un bigliettino con scritto:
“Prendete tutti quelli che volete. Dio sta guardando le mele”