Archivio giornaliero: 9 Marzo 2005

Cannibali

1.   In un aereo un cannibale guarda il menu ma non trova nulla che gli piaccia. Chiama allora la hostess e le dice: “Signorina, posso avere la lista dei passeggeri?”.

2.   Due italiani sono al lavoro in una sperduta zona dell’Africa, e dopo il lavoro si vogliono concedere un pranzo in un locale tipico della zona. Si recano ad un ristorante costituito da una grande capanna arredata con stuoie e prodotti tipici della zona, lance, archi, frecce, e via di seguito. Il cameriere nero come il carbone fa accomodare i due e gli porta il menu’. Subito i due vanno a vedere la lista dei cibi locali, e trovano anche una lista di portate in carne umana per chi avesse appetiti cannibali. Nella lista figurano: Bimbo Nigeriano: 30.000 lire, Bimbo Cinese: 35.000 lire, Bimbo Giapponese: 38.000 lire, Bimbo Americano: 43.000 lire, Bimbo Asiatico: 50.000 lire, Bimbo Siciliano: 250.000 lire. Incuriositi i due domandano al cameriere come mai c’e’ una così grossa differenza fra gli altri bambini e quello siciliano, e sotto la spinta di una punta d’orgoglio aggiunge, sono forse difficili da catturare? – No buana – risponde il negro – e’ che costa molto ripulirli!

3.   Il mese scorso io e due amici miei, Renato e Alberto, siamo stati a fare un viaggio in Africa. Purtroppo ci siamo addentrati in un territorio pericoloso e siamo stati catturati da una tribu’ di negri cannibali. Il capo tribu’ pero’ ci ha dato una possibilita’ di salvezza: “Se i vostri cazzi misurati insieme sono piu’ lunghi del mio, vi liberero’. Tenete presente che il mio e’ lungo 60 cm!”. Per primo l’ha tirato fuori Renato: 30 cm esatti. Sospiro di sollievo. Poi l’ha tirato fuori Alberto: 27 cm. Grande gaudio nel gruppo. Alla fine l’ho tirato fuori io: 3,5 cm”. Per mezzo centimetro abbiamo avuto salva la vita e ci hanno liberato. Sulla via del ritorno Renato e Alberto non facevano altro che ridere e gridare: “Meno male che ce l’ho lungo 30 cm”, “Meno male che ce l’ho lungo 27 cm” e si davano delle gran manate di gioia sulla schiena. Ma il piu’ felice ero io che dentro di me dicevo: “Meno male che ho avuto un’erezione!”.

4.   Due scienziati vengono catturati dagli indigeni nell’Africa Nera e rinchiusi in una gabbia. Dopo qualche ora il capo tribu’ apre la gabbia tira fuori un prigioniero e gli chiede: “Tu cosa preferire? Morte o Dunga Dunga?”. Lo scienziato allibito pensa tra se’: “La morte e’ sempre la morte”, quindi dice al capo senza esitare: “Scelgo Dunga Dunga”. Detto fatto tutta la tribu’ se lo incula a sangue e lo ributta nella gabbia morto. Passa la notte e la scena si ripete con il secondo prigioniero che senza esitare risponde: “Scelgo la morte!”. Allora il capo tribu’ gli fa: “Va bene, ma prima Dunga Dunga!”.

5.   Nella foresta un turista al negro africano: “Scusi, esistono ancora i cannibali?”. “No! L’ultimo l’abbiamo mangiato il mese scorso”.

6.   Un aereo precipita in una foresta infestata dai cannibali. Il figlio cannibale dice al padre: “Che cos’e’ quello?”. E il padre leccandosi le dita: “Carne in scatola, figliolo, carne in scatola…”.

7.   Cosa mangiano i cannibali a Pasqua? Le donne incinte, così trovano la sorpresa dentro!

8.   Cosa mangia il figlio del cannibale a colazione? L’ometto sbattuto!

9.   Cosa mangia un cannibale il venerdì? La pasta col sugo di “mongole”. E la domenica? La “zoppa inglese”! E se sta male? Una “postina” in brodo! E per Santo Stefano? Uno stinco di santo.

10. Due cannibali, padre e figlio, stanno camminando per le strade del borgo turistico della loro isola in cerca del pranzo. – Papa’, papa’… Guarda quella donna la’… e’ così bella cicciotta… sara’ si e no 90 Kg! E il padre: – Ma sei scemo? Tutto quel grasso, poi chi ce lo leva il colesterolo? No, no, andiamo avanti che troveremo qualche cosa di meglio. Dopo un po’… – Papa’, papa’, guarda quella la’… così alta e snella. E il padre: – Ma sei scemo? Tutte ossa. E poi la pelle fa male. Passano le due… e il cibo ancora non si vede. Finalmente… – Papa’, papa’, guarda quella la’: tutte curve, bionda, con due occhietti blu… guarda che gambe … slurp slurp … E il padre: – Ma sei scemo? Quella la portiamo a casa e ci mangiamo la mamma!

11. E’ progresso se un cannibale usa la forchetta ?

12. Tre italiani, un milanese, un siciliano e un romano, se ne vanno in vacanza nel Mato Grosso dove vengono rapiti dagli indigeni. Si svegliano tutti e tre nudi e legati a dei pali con tutta la tribu’ che danza intorno. Ad un certo punto arriva lo stregone: “Tu! (rivolto al siciliano). Adesso ti scorticheremo vivo e poi faremo di tua pelle canoa per tribu’! Prima pero’ noi esaudire ultimo desiderio. Dimmi”. E il siciliano: “Voglio mangiare una cassata!”. Parte uno, ritorna con la cassata, il siciliano la mangia, lo spellano vivo, e con la pelle fanno una canoa. La stessa scena si ripete con il romano che chiede come ultimo desiderio degli spaghetti all’ amatriciana. Nuova canoa per la tribu’. Arriva il turno del milanese. “Tu!”. “Sa voet? Negher!”. E lo stregone: “Tu scherzare, ma noi fare di te canoa! Dire desiderio!”. Il milanese chiede una forchetta che subito gli viene portata, guarda le canoe fatte con la pelle degli amici e poi: “Ue’ negher! (bucandosi con la forchetta), col casu che fai una canoa!!”.

13. I cannibali cattolici il venerdì mangiano solo pescatori.

14. E’ meglio dormire con un cannibale sobrio che con un cristiano ubriaco.

15. Cosa mangiano i cannibali di venerdì? Finocchi.

16. Ho visto cannibali leccarsi le dita e dire: era veramente una persona squisita!

17. In Africa: un negro accompagna una bambina bianca per la strada. “Porti la bambina a scuola?”. “No, e’ la mia merenda!”.

18. In Russia sta cambiando tutto: ho visto dei bambini che mangiavano i comunisti.

19. Tre uomini sono catturati nella jungla dai cannibali. Il re dei cannibali dice ai prigionieri che possono salvare la vita solo se superano una prova: devono andare nella jungla e recuperare 10 frutti dello stesso genere. Così tutti e tre prendono vie separate alla ricerca dei frutti. Quando il primo ritorna dice al re: “Ho portato 10 mele”. Il re allora gli spiega la prova: “Devi spingere tali frutti su per il sedere senza cambiare espressione sul viso o sarai mangiato”. La prima mela va su, ma la seconda provoca una smorfia di dolore e così il tizio viene mangiato. Poco dopo arriva il secondo e mostra al re i suoi 10 frutti, delle bacche. Quando il re gli spiega la prova pensa di farcela e comincia: 1… 2… 3… 4… 5… 6… 7… 8… Alla nona bacca pero’ scoppia a ridere, quindi viene ucciso. I due si incontrano in cielo. Il primo domanda: “Perche’ hai riso, giusto quando ce l’avevi quasi fatta?”. E il secondo: “Non ho potuto resistere quando ho visto il terzo che arrivava con delle angurie…”.

20. In piena guerra fredda la delegazione del Congo, stato filo-comunista, si reca in Unione Sovietica in visita diplomatica. I delegati Africani vengono portati in giro per Mosca finche’ arrivano in un locale notturno dove alcune persone si stanno puntando una pistola alla tempia. Allora chiedono: “Gosa essere guello?”. “Questo e’ il nostro sport nazionale: la roulette russa! Si prende una pistola, si carica, tutti i colpi sono a salve, meno uno”. I delegati rimangono affascinati dalla crudelta’ del gioco e, terminata la visita, ritornano in Congo. Tempo dopo e’ la delegazione che si reca in Congo. Vengono anche loro portati in giro a vedere le bellezze locali, ed alla fine sono portati in una capanna. Il capo africano dice: “In guesta gapanna noi tenere nostro sbort nazionale: la roulette del Gongo!”. I delegati russi entrano dentro e strabuzzano gli occhi: la capanna e’ piena di donne nude bellissime. “Bello, ma come si gioca?”. “Dudde guesde donne fare bombini, ma una essere gannibale!!”.

21. Inserzione giornalistica: Cannibale fa pompini speciali! Telefonare ore pasti.

22. Ho visto cannibali starnutire e dire: era veramente una ragazza tutta pepe.

23. Il primo a scoprire che in ogni uomo c’e’ del buono fu un cannibale.

24. Qual e’ la festa preferita dai cannibali? L’omomastico!

25. L’unico cannibale buono e’ quello affetto da anoressia nervosa.