Archivio mensile: Gennaio 2004

Raccolta Barzellette sui Carabinieri

Due carabinieri in un tunnel dell’autostrada.
Riconoscono su una Mercedes un latitante, fanno accostare l’auto e lo arrestano. Chiamano il capitano e lo avvisano che non lo possono portare via.
Il capitano chiede “perché?”
loro rispondono: “All’inizio della galleria c’è scritto in caso di arresto spegnere il motore”


Due carabinieri camminano di notte vicino ad un cantiere.
Ad un tratto uno fa all’altro:
– Attento al cemento!
– Perché?
– È ARMATO!”


Due Carabinieri fermano per un normale controllo una Ferrari con un negro molto distinto alla guida.
– Documenti per cortesia…
Il conducente presenta patente e libretto di circolazione, assolutamente in ordine. Il capo pattuglia legge:
– Nome: Leonardo (Sguardo stupito al guidatore)
– Cognome: Di Caprio (Altro sguardo stupito al guidatore)
– Occhi: azzurri
A questo punto rivolgendosi al collega:
– Anto’, ma il Titanic è affondato o è bruciato?


Notizia Bomba: “Aliante precipita in un cimitero, tutti morti”
I carabinieri stanno ancora scavando…


Brigadiere: “Maresciallo ieri ero alla guida della gazzella, ad un certo punto mi si stacca la ruota di dietro e mi supera davanti!”
Maresciallo: “Uh mamma mia! E voi non avete fatto niente?”
Brigadiere: “Si, ho messo la quinta e l’ho sorpassata!!”


Sapete perché i carabinieri non inseguono mai i banditi per i campi?
Perché cosi’ non rischiano di essere seminati!!


Due carabinieri a colloquio:
– tu quando vai in ferie? Chiede il primo.
– A cavallo tra luglio e agosto, risponde il collega.
– Anche io, ma noi prendiamo il treno!


A Torino sul posto dove c’è stato un gravissimo incidente stradale con un morto, una pattuglia di carabinieri esegue il sopralluogo.
L’appuntato scrive il verbale: “La testa di una delle vittime, un ciclista che è stato travolto dal tram, si trovava in via ….”.
A questo punto si rivolge al suo superiore: “Maresciallo, maresciallo, come si scrive via Barbaroux?”
Il maresciallo ci pensa un pò: “Barbaroux, Barbaroux….?!?!”,
“Boh?”
Si avvicina al cadavere da un calcio alla testa, e dice:
“scrivi in via Garibaldi”.


Un carabiniere e sua moglie ricevono la notizia che la loro domanda di adozione è stata finalmente accettata.
Il centro adozioni li informa che c’è un bellissimo neonato giapponese in cerca di una famiglia e loro lo accettano senza esitazioni.
Ritornando a casa si fermano presso una scuola di lingue dove chiedono informazioni e riempiono un paio di moduli.
La segretaria della scuola:
– Scusate la curiosità, ma cosa vi spinge ad imparare il giapponese?
Il carabiniere, pieno d’orgoglio, risponde:
– Abbiamo appena adottato un bambino che fra poco più di un anno comincerà a parlare. Noi per allora vorremmo essere in grado di capirlo!


Tre sommozzatori si immergono a turno in un lago molto paludoso e melmoso.
Sale il primo e fa:
– Ho visto una cosa incredibile!!! Un sommergibile, e mi sembra russo, mi sembra di aver visto il simbolo di falce e martello!
Gli altri ma va là, è impossibile, chissà cosa era, va là, un sommergibile…
e si immerge il secondo per vedere.
Risale e anche questo, con aria stupefatta, dice di aver visto il sommergibile, ma gli sembra americano.
Infine si immerge il terzo e sta sotto molto più degli altri. Risale, e viene subito interrogato: – allora?
– Il sommergibile c’è, ma è dei carabinieri.
– E come fai a saperlo?, c’era scritto?
– No, ma quando ho bussato, mi hanno aperto!


Un carabiniere al capitano mentre sta leggendo il giornale:
“Capitano, è morto Tusi!”.
“Ma no è impossibile, è in ferie!”.
“Ma è scritto sul giornale, Incidente d’auto, 3 morti, 4 con…tusi!”.


Tre carabinieri devono sostenere un esame di mimetizzazione. Il capitano al primo carabiniere:
“Entra in quella stanza e travestiti, tra poco entro…”
Il carabiniere entra, si mette in un sacco, poco dopo entra il capitano, dà un calcio al sacco “Miao, miao!”
“Bravo! Esame superato”;
il secondo fa lo stesso.
Il capitano entra per la terza volta nella stanza, tira un calcio ma niente, tira un secondo calcio ma niente, al terzo calcio sente una voce…
“Patate, patate!”


Un Carabiniere sta tornando a casa quando per terra vede uno specchietto, lo raccoglie e lo osserva:
– Eppure questa faccia da delinquente la conosco, dev’essere sicuramente qualche latitante di quelli pericolosi!
Va in caserma e sfoglia tutte le foto dei ricercati continuando a guardarsi allo specchio. Non trova nulla.
– Ah! ma questo non mi scappa… mi verrà in mente prima o poi…
Finito il lavoro torna a casa. Entra sempre ammirandosi allo specchio. La moglie lo nota…
– Caro, che cos’hai??
– “Niente amore… roba di lavoro…
Ripone così lo specchio in una tasca della giacca della divisa e la appende in corridoio. Poi se ne va in bagno a darsi una rinfrescata.
La moglie incuriosita fruga nella tasca e trova lo specchietto… lo guarda un po’ e…
– Ah, roba di lavoro, eh?!? E STA TROIA CHI SAREBBE?!?


Quanto tempo ci mette un carabiniere a scrivere BUON COMPLEANNO sulla torta?
Due ore e un minuto.
Un minuto per scrivere Buon Compleanno e due ore per ripulire la macchina da scrivere!


– Allora Caputo
Chiede il capitano ad un appuntato.
– Hai finalmente capito come funziona il sistema solare?
– Signorsì, signor capitano
– Magnifico, Caputo chi avrebbe mai detto che alla ventesima volta avresti capito?
– Beh, si capitano. Però c’è ancora qualcosa che non riesco a spiegarmi. Intorno a cosa gira la terra quando piove???


In una caserma, il maresciallo chiede all’appuntato di controllare cosa fa durante la giornata un suo collega.
Il giorno dopo l’appuntato incontra il maresciallo e gli racconta:
– Senta, io l’ho seguito dovunque… quando stacca dal lavoro va a mangiare al ristorante poi fa l’amore con sua moglie, poi torna al lavoro, va al bar e fa un’altra volta l’amore con sua moglie!”
il maresciallo:
– allora non c’è niente da preoccuparsi…
L’appuntato:
– maresciallo, posso darle del tu?
– certo…
– con TUA moglie!!!


Un camion della nettezza urbana si ferma davanti alla stazione dei CC.
Il conducente chiede al piantone:
– Avete spazzatura?
Il Piantone risponde:
– Non lo so aspetta un attimo, vado a vedere…
Riesce dopo 5 minuti e risponde all’autista…
– No, non ce l’abbiamo… scarica pure…


Un Carabiniere torna in caserma da una missione con una broncopolmonite tremenda. Tutti a chiedere:
– Ma come hai fatto a prenderti la broncopolmonite?
– Eh… sul treno c’era il vetro del finestrino rotto, ed ho dovuto sopportare il vento in faccia per tutto il viaggio!
– Ma non potevi cambiare posto?
– E si… con chi lo cambiavo? Non c’era nessuno nello scompartimento!


Quanti carabinieri ci vogliono per mungere una mucca?
Quattordici!
Quattro tengono le mammelle e dieci che la sollevano e la abbassano ritmicamente.


Sapete quanto ci vuole ad un carabiniere per suicidarsi con la pistola?
Un’ora più un secondo!
Perché?
Semplice: Un secondo per premere il grilletto e sparare contro la tempia. Un’ora è necessaria alla pallottola per girare nella scatola cranica e trovare il cervello…