Analisi delle urine

Un giorno un tale confida ad un amico:
“Ho un braccio che mi fa veramente male. Dovrei farmi vedere da un medico”. L’amico gli dice: “Non farlo. C’è un computer al centro commerciale che può diagnosticare qualsiasi cosa ed è molto più veloce di un medico. Semplicemente gli dai un campione delle tue urine, il computer diagnostica il tuo problema e ti dice che cosa devi fare. Costa solo 10€”.

Il tale pensa che ha poco da perdere, raccoglie in un contenitore un po’ delle sue urine e si reca al centro commerciale. Trova il computer, inserisce i 10€ e quindi versa il campione delle urine. Il computer inizia l’analisi e in pochi istanti produce un ticket con la diagnosi: “Hai il gomito del tennista. Fai degli impacchi con acqua calda e tieni il braccio a riposo. In un paio di settimane starai meglio”.

La sera stessa il tale, riflettendo sulla portata di questa nuova tecnologia e di come cambierà la scienza medica in futuro, inizia a pensare se il computer può essere ingannato. Decide di provare. Prende un contenitore e ci mette un pò di acqua del cesso, feci del suo cane, urine della figlia, urine della moglie, e per finire si masturba e mette anche un po’ del suo sperma. Torna al centro commerciale, inserisce nel computer i 10€ e il contenuto della scatoletta. Il computer inizia la sua analisi ed emette la seguente diagnosi: “L’acqua del tuo cesso è troppo dura. Usa un anticalcare. Il tuo cane ha le pulci. Fagli un bel bagno con un buon shampoo. Tua figlia fa uso di cocaina. Portala in una comunità di riabilitazione. Tua moglie è incinta. Due femmine. Non sono tue. Vai da un avvocato. E se non smetti di masturbarti, il gomito non ti guarirà mai.”